La divisione CM&C – Crisis Management and Consulting

Momenti straordinari richiedono conoscenze ed esperienze straordinarie, quali le dinamiche della crisi e la ricerca de i migliori alleati per il suo superamento o degli strumenti giuridici messi a disposizione dalla nuova legge fallimentare che mirano ad agevolare il risanamento delle aziende.

Abbiamo creato, per questo motivo, una divisione strategica dedicata alle aziende che si trovano a vivere un momento di crisi. In tale divisione vi sono dei Manager che hanno maturato rilevanti esperienze di governo delle aziende e che hanno già vissuto, professionalmente ed umanamente, la manifestazione, l´evoluzione e la soluzione della crisi.

Ogni crisi comporta delle opportunità e lo scopo della divisione CM&C è quello di coglierle, contribuendo a riorganizzare in modo efficiente e stabile l'azienda, ponendo le basi per il suo rilancio in collaborazione con gli imprenditori e i manager. Per il superamento della crisi, e l'allentamento delle tensioni con gli stakeholders (fornitori, banche, dipendenti) i nostri manager possono assumere il ruolo di CRO (Chief restructuring officer) liberando la struttura gestionale dell'azienda da questo tipo di problematiche e consentendogli di rimanere concentrata sull'attività ordinaria. Agevolare processi di discontinuità manageriale rappresenta infatti un importante segnale per avvalorare un processo di risanamento.

L'accettazione della crisi e la contestuale anticipazione della sua emersione rappresentano, per n'azienda, il primo vero passo verso la sua soluzione.  La divisione CM&C mette a disposizione un team di professionisti, esperti nel settore, per strutturare e porre in essere un processo di risanamento, valutato ad hoc per ciascuna realtà aziendale. L'iter generalmente affrontato consta di alcune fondamentali attività:

1. Identificazione
cause

Identificare le cause della crisi. Indagare e riconoscere le aree critiche che hanno contribuito al dissesto economico – finanziario.

2. Predisposizione
strategia

Predisporre una strategia di medio lungo periodo con elementi di discontinuità gestionale. Affiancamento manageriale “a tempo” o temporary management.

3. Costruzione piano industriale e finanziario

Contenimento dei costi e riorganizzazione dei flussi di cassa, rivisitazione o creazione di strumenti di analisi e di reportistica, riorganizzazione della struttura attraverso operazione straordinarie.

4. Intervento su rapporti
con terze parti

Ristrutturazione del debito ricerca di nuovi mercati e pianificazione di alleanze strategiche.