Eventi

Articolo di Carlo Clericetti pubblicato su Repubblica del 12 ottobre 2015

Manager a gettone, una rete per Pmi e start-up

FRANCESCO MELIDONI E MARCO ROSSINI HANNO INVENTATO MOD, UNA SOCIETÀ SPECIALIZZATA NEL FORNIRE EXECUTIVE A RICHIESTA PER IMPRESE CHE NON POSSONO PERMETTERSI DI ASSUMERE DEFINITIVAMENTE UN ESPERTO

A vere a disposizione un team di manager al costo di un impiegato? Sembrerebbe impossibile. E invece c’è qualcuno che ha inventato una formula che riesce a realizzare proprio questo obiettivo. Il tessuto industriale italiano, si sa, è fatto soprattutto di piccole e piccolissime imprese, la maggior parte addirittura sotto i dieci dipendenti: difficile, anzi impossibile, che possano disporre di una struttura manageriale adeguata. Ma ce ne sono anche di medie e medio-grandi in cui nelle posizioni di comando mancano persone che abbiano una preparazione specifica su determinati aspetti del management. Per esempio il controllo di gestione, funzione delicata e strategica che mostra tempestivamente se ci si sta discostando dai propri obiettivi e determinante per un vero controllo dei costi e per la razionalizzazione dell’organizzazione aziendale. E poi ci sono le start-up. Magari di successo e con grandi potenzialità. Ma molte volte fondate da persone geniali che sono riuscite a lanciarle, ma non hanno specifiche competenze manageriali, perché sono ingegneri, o informatici, o altro genere di specialisti che gestiscono l’azienda improvvisando. Il che può forse bastare agli inizi, ma se si cresce rivela i suoi limiti e può mettere a rischio lo sviluppo se non la stessa sopravvivenza. “In questo difficilissimo periodo di crisi infinita, poi, molte aziende entrano in sofferenza: situazioni che, se prese in tempo e ben gestite, possono essere superabili”, spiegano Francesco Melidoni e Marco Rossini, fondatori di Mod. La sigla sta per Management on demand, una società che fornisce manager “temporanei” ad aziende che sono in difficoltà o semplicemente hanno bisogno di un know how che non hanno al loro interno. “Bisogna però – proseguono – avere un’approfondita conoscenza di tutti gli strumenti che la legislazione mette a disposizione, saper formulare un piano industriale adatto e saper condurre in modo adeguato le trattative con banche, fornitori e clienti. Esigenze che hanno fatto nascere una nuova figura, quella del “crisi-manager” (chief restructuring officer, in sigla CRO)”. Il percorso di Melidoni e Rossini può essere considerato emblematico di una nuova tendenza. Si sono conosciuti lavorando nello stesso gruppo. Poi hanno preso strade diverse, maturando ciascuno varie esperienze al vertice di altre aziende (i loro curricula professionali sono sul sito www.managementondemand. it). Poi si sono ritrovati per fondare loro stessi una società – Mod, appunto – diventando “temporary manager”. E’ un’attività che negli altri paesi avanzati è molto più diffusa che in Italia, ma anche da noi negli ultimi anni è in crescita, per varie ragioni. Intanto perché negli ultimi dieci anni è stato rinnovato, con varie leggi, il diritto fallimentare: oggi si punta a creare le condizioni perché un’azienda che si è trovata in difficoltà non venga liquidata, ma prosegua la sua attività se ve ne sono le condizioni. L’esperienza degli altri paesi ha insegnato che è la strada migliore per tutti, non solo perché si salvano posti di lavoro e non si depaupera il tessuto industriale: anche i creditori, per questa via, ottengono di più rispetto alla semplice liquidazione. Ma la gestione del risanamento richiede, appunto, conoscenze specifiche. Poi ci sono manager che hanno subito il downsizing (termine più elegante che “licenziamento” – o dimissioni incentivate – per riduzione di personale; non è questo comunque il caso dei nostri interlocutori) e si mettono sul mercato come liberi professionisti o si associano ad una delle numerose società di temporary management. Infine, come si diceva all’inizio, anche nelle aziende che non sono in difficoltà si sta diffondendo la consapevolezza che per crescere ed essere più profittevoli è opportuno attingere a quelle competenze di cui non si dispone all’interno, e ricorrere a persone qualificate che restano all’esterno dell’azienda può essere un buon modo per non sconvolgerne troppo gli equilibri. I costi, spiegano Melidoni e Rossini, sono davvero limitati. Quando sono chiamati da un’azienda, loro o uno dei loro partner – a seconda delle specifiche esigenze da affrontare – ci si trasferiscono a tempo pieno per un periodo definito (in media, una settimana-dieci giorni: il tempo che serve per rendersi conto a fondo della situazione). Poi si passa a un giorno o due alla settimana, poi c’è una ulteriore diluizione. Naturalmente sono sempre a disposizione via telefono o internet. In questo modo i costi per il cliente sono molto ridotti: su base annua spiega Melidoni – più o meno lo stipendio di un impiegato. L’intervento non si limita al lavoro interno all’azienda, ma prevede anche l’assistenza nelle trattative necessarie con banche e fornitori e provvede ai contatti più adeguati, per esempio, per presentare il piano industriale o concordare una ristrutturazione finanziaria. Mod ha finora assistito aziende di diversi settori, dalle editoriali alle internet company, dalle costruzioni all’industria e al commercio. Alcune in crisi, altre che avevano solo bisogno di organizzarsi meglio, altre ancora che cercavano un supporto per una ulteriore crescita.

Storytelling & Temporary Management

MANIFESTO 3_4 WORKSHOPModelli comunicativi e percorsi di accompagnamento all’innovazione gestionale

Il 12 Novembre 2015, dalle ore 16.30, alla cantina Judeka di Caltagirone, ci sarà il 4° Workshop intitolato Storytelling & Temporary Management, organizzato da Expandya .

Tra i vari relatori, vi sarà anche un intervento del dott. francesco Melidoni di MOD – Management on Demand.

Gli argomenti che si tratteranno nel workshop saranno:

Raccontare la propria storia in modo efficace;

Importanza delle Investor relations;

Modelli di eccellenza per il made in Italy nel mondo;

Capire le cause di un ritardo sistematico  degli errori gestionali più comuni;

Ampliare in un ottica dinamica ed interattiva gli orizzonti d’impresa;

Manger vs imprenditori ?

MOD – Management on Demand protagonista del “work caffè” di Federlazio

 

logo federlazio

Nella Sede Federlazio di Roma si e’ tenuto il primo “work cafe'” una occasione di incontro e di confronto tra imprenditori sul tema ” Il governo dell’azienda non può prescindere dal suo efficace controllo” organizzata da Federlazio e dalle aziende associate, MOD Management On Demand Srl e Agily Srl con la moderazione di MOD. Nel corso dell’incontro al quale hanno partecipato una decina di imprenditori sono stati approfonditi i temi legati al miglioramento delle marginalità aziendali grazie alla adozione di appropriati sistemi di controllo di gestione. Il “Work Cafè” è un metodo efficace per dare vita a conversazioni informali, vivaci, concrete e costruttive su questioni che riguardano il lavoro, la vita di un’organizzazione o di una comunità, permette quindi di sviluppare una comprensione condivisa, attraverso il dialogo, delle situazioni che vengono trattate e di convergere verso iniziative che uniscono. La particolare strutturazione dell’incontro Ha quindi consentito di ottenere un partecipato confronto ed una interessante condivisione di esperienze tra gli imprenditori partecipanti che hanno potuto percepire, dalle testimonianze portate da Marco Rossini e Francesco Melidoni, fondatori di MOD, l’opportunità e l’utilità di adottare determinate metodologie di controllo di gestione e di organizzazione aziendale per efficentare la propria attività ed incrementare le marginalità in un’epoca di stasi, se non di calo, dei fatturati. Il 15 luglio pv si terra’ il secondo “work cafe'” sul tema Cloud Computing.

 

MOD, in qualità di Advisor, ha assistito Edimotive S.r.l. e i soci fondatori nel round di investimento sottoscritto dalla statunitense Motorsport LLC.

edimotiveEdimotive.com è l’unico editore italiano specializzato in informazione motoristica online che copre tutti i principali target di riferimento della mobilità a due e quattro ruote: auto, moto, motorsport e veicoli commerciali leggeri. Il Network editoriale composto da OmniAuto.it, OmniMoto.it, OmniCorse.it, OmniFurgone.it e Automobilista.it raggiunge 2.150.000 visitatori al mese. Motorsport.com è un network internazionale di informazione dedicata alle competizioni motoristiche. Il progetto editoriale unisce la passione per le corse al know how tecnologico per la distribuzione di contenuti multimediali con una piattaforma estremamente avanzata. L’approccio One team, One World consente inoltre di pubblicare i contenuti in tutti i Paesi in tempo reale, 7 giorni a settimana, 24 ore su 24. La sede centrale del Gruppo è a Miami (Florida) con basi operative in tutto il mondo. Edimotive entra così a far parte del più ambizioso progetto editoriale motoristico mai realizzato su scala mondiale, che prevede entro l’anno l’attivazione della piattaforma Motorsport.com in 14 paesi con altrettante edizioni in 10 lingue differenti. L’operazione consentirà alla società di finanziare nuovi progetti di sviluppo, consolidare la propria leadership di settore in Italia e potenziare la propria presenza a livello internazionale.

www.managementondemand.it

info@managementondemand.it

m.rossini@managementondemand.it

Il Dott. Francesco Melidoni, Partner e Fondatore di MOD – Management on Demand, interverrà al seminario organizzato con Confindustria di Trapani e l’Ordine dei Commercialisti di Trapani e Marsala con un intervento sulla:

“Gestione di un’azienda nella crisi”

La partecipazione al seminario è valida per la formazione professionale continua dei Dottori Commercialisti.

Di seguito l’intero programma.

Sala conferenze Confindustria Trapani,

venerdì 29 novembre 2013, ore 15,30

Diapositiva1La crisi di mercato induce le aziende alla ricerca di una maggiore efficienza gestionale ed alla ricerca di nuovi modi di essere. Nuovi mercati, nuove strategie, nuovi strumenti gestionali, nuove modalità manageriali.

In tale contesto le aziende necessitano di confrontarsi con nuove figure professionali come i manager a tempo o gli advisor finanziari, che aiutano nel dialogo con nuovi e vecchi interlocutori, quali banche, istituzioni pubbliche, associazioni.

Inoltre, il nuovo contesto normativo ha offerto strumenti giuridici, utilizzabili soprattutto per favorire la ristrutturazione dell’impresa in crisi, che devono essere considerati come strumentali ad un più ampio programma di cambiamento e di riposizionamento delle aziende. Gli interventi mirano a dare strumenti operativi ed ad illustrare le varie prospettive in cui viene vista la crisi dando evidenza di casi pratici risolti di crisi aziendali

Programma dei lavori Ore 15,30: Registrazione dei partecipanti

Ore 15,45: Saluti Dott. Gregorio Bongiorno Presidente Confindustria Trapani Dott. Antonino Pugliese Presidente ODCEC Trapani Dott. Alberto Scuderi Presidente ODCEC di Marsala Ore 16,00: Relazioni:
“La  ristrutturazione  fisiologica  e  patologica” Prof. Giuseppe Sancetta – Prof. Ristrutturazione delle imprese Dipartimento di Management Universita’ di Roma “La Sapienza”. “Prospettive e strumenti di  intervento  della  banca  nelle  situazioni  di  crisi” Dott. Paolo Ragni – Responsabile degli affari speciali BNL – Gruppo BNP Paribas “Il  business  plan  come  strumento  di  risoluzione  della  crisi  aziendale” Dott. Daniele Straventa – Director Business Restructuring Services – PricewatherhouseCoopers “La gestione di un’azienda nella crisi” Dott. Francesco Melidoni – Partner MOD – Management on Demand Ore 18,30: Quesiti
Ore 19,00: Chiusura dei lavori

Programma Seminario confindustria TP

La composizione delle crisi d’impresa:

recenti novità legislative, soggetti coinvolti ed implicazioni professionali

Locandina convegno del 13.02.13

Dopo il successo del primo incontro, sempre in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza e l’Accademia dei Dottori Commercialisti di Roma, si ripropone un secondo appuntamento sulle recenti novità legislative, relative  alla composizione delle crisi di impresa. Nella giornata del 13 febbraio, si affronteranno più concretamente le novità, le possibilità e le necessità, che si sono venute a  creare  con le ultime riforme. Interverranno tutti gli attori  coinvolti nella crisi aziendale, in particolare dopo la presentazione  del Prof. Alberto Pastore, Direttore del Dipartimento di Management della Facoltà di  Economia della Sapienza di Roma, interverranno Il  Dottor Federico De Stasio, Presidente dell’ Accademia dei  Dottori Commercialisti  di Roma, nella veste di introduttore e moderatore. Seguiranno gli interventi del Dott. Antonino La Malfa, Presidente di Sezione del Tribunale di Velletri, il Dott. Fabio Miccio, Giudice della Sezione Fallimentare del Tribunale di Roma. Per quanto concerne il ruolo dell’ advisor, Finanziario ed industriale, Interverrà il Dott. Salvatore Lombardo – Director PwC. Interverrà, per specificare il ruolo e le funzioni dell’ Attestatore, il Prof. Giuseppe Sancetta, Professore ordinario del Dipartimento  di Management della Facoltà di  Economia della Sapienza di Roma. Per quanto criguarda l’esperienza della Banca, conferirà il Dott. Paolo Ragni, Responsabile Affari Speciali B.N.L. In fine, per illustrare  il ruolo del Temporary Manager all’interno di una crisi aziendale, il Dott. Francesco Melidoni, Partner e fondatore di MOD – Management on Demand.

L’ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma attribuirà 1 credito formativo per ogni ora di partecipazione a coloro che saranno presenti per almeno 2 ore.


Crisi e ristrutturazione d’impresa tra continuità aziendale e discontinuità manageriale

Come può un’azienda uscire dalla crisi? Quale deve essere il comportamento da tenere da parte degli imprenditori? Esistono delle figure professionali specializzate nel risanamento delle aziende in crisi? Vi sono delle norme di legge che tutelano ed aiutano le aziende in crisi? A queste ed altre domande si cercherà di dare una risposta nella seconda giornata di studio, organizzata all’interno dei corsi di Management tenuti dai Proff. Sergio Barile e Giuseppe Sancetta, alle ore 10 del 28 novembre, presso la facoltà di Economia della “Sapienza” Università di Roma.

Dopo il grande interesse suscitato nella prima giornata di studio, dedicata alla crisi d’impresa nel sistema sociale, che ha visto l’intervento di Eugenio Occorsio giornalista di Republica, Antonio Signorini  giornalista de Il Giornale e del Direttore marketing di Manageritalia Enrico Pedretti, la seconda giornata si pone l’obiettivo di stimolare un confronto culturale sul tema della crisi d’impresa tra i diversi soggetti che intervengono nella gestione delle crisi aziendali. Si tratta di un fenomeno che, a causa delle caratteristiche assunte dallo scenario economico negli ultimi anni, ha manifestato una significativa diffusione tra le aziende italiane. Il mutamento radicale dello scenario macroeconomico deve indurre, infatti, a ripensare il ruolo dell’imprenditore, rimettendo in discussione il suo processo decisionale, le modalità operative e il capitale delle relazioni, con banche, fornitori, clienti ed anche con il personale che, proprio a causa della crisi, possono essersi logorate.

Ampio spazio verrà inoltre dedicato ai nuovi strumenti di soluzione delle crisi aziendali introdotti nella normativa ed in particolare con la conversione del cd “decreto sviluppo”,  sempre più spesso propedeutici al risanamento delle aziende.

All’interno della giornate si susseguiranno una molteplicità di figure professionali, dagli advisor finanziari a quelli legali, per passare agli attestatori dei Piani o a manager esperti nella ristrutturazione d’impresa, per finire con il punto di vista degli istituti di credito. Si potrà pertanto assistere alle diverse metodologie adottate dai principali players italiani ed internazionali per la soluzione della crisi aziendali. Un tavolo di confronto per rendere più incisive e sistemiche le azioni di ogni protagonista nelle soluzioni alle crisi aziendali.

Interverranno su tali argomenti oltre al Prof. Sancetta gli Avvocati Gabriella Covino e Alfredo D’Aniello (Partner di Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners) il Dott. Salvatore Lombardo  (Transaction Director di PriceWatherhouseCoopers), il Dott. Francesco Melidoni (Fondatore e Partner di MOD – Management on Demand) ed il Dott. Davide Russo (Team Leader Large Corporate Restructuring – Gruppo Unicredit).

Coloro che vorranno partecipare all’incontro potranno mandare una mail a crisieaziende@gmail.com o m.cappelletti@managementondemand.it per ricevere l’invito.

Per scaricare la brochure con il programma completo cliccare sull’immagine sottostante.

Seminario su: Crisi d’impresa e sistema sociale

Riduzione dei posti di lavoro, contrazione dei consumi, diminuzione del credito erogato dalle istituzioni finanziarie: sono soltanto alcuni degli elementi che stanno modificando i connotati della nostra società.

La crisi che stiamo vivendo, manifestatasi inizialmente sul versante finanziario, ha avuto una sua naturale evoluzione nella crisi d’impresa che a sua volta sta producendo numerosi cambiamenti nel sistema sociale.

Tali trasformazioni non sono semplici da decodificare, ma le imprese hanno la necessità di comprenderne la genesi e l’evoluzione perché è proprio attraverso questi cambiamenti che muta il contesto socio-economico nel quale esse operano.

Per comprendere adeguatamente questi fenomeni, il Professor Sergio Barile e il Professor Giuseppe Sancetta, nell’ambito dei corsi di management, hanno promosso due giornate di studio presso la facoltà di Economia dell’Università La Sapienza. Un’occasione per confrontare la visione di diversi interlocutori interessati al fenomeno: accademici, manager, giornalisti.

Per il primo appuntamento s’incontreranno alla Facoltà di Economia il giorno 14 novembre alle ore 10, oltre al professor Giuseppe Sancetta, il giornalista di Repubblica Dott. Eugenio Occorsio, il giornalista de Il Giornale Dott. Antonio Signorini, il direttore marketing di Manageritalia Dott. Enrico Pedretti.

Per il secondo appuntamento, previsto alle ore 10 del 28 novembre, dal titolo “Crisi e ristrutturazione tra continuità aziendale e discontinuità manageriale “ si incontreranno insieme al Professor Sancetta gli Avvocati Gabriella Covino e Alfredo D’Aniello (Gianni Origoni Grippo Cappelli e Partners), il Dott. Salvatore Lombardo (PriceWatherhouseCoopers), il Dott. Francesco Melidoni (Management on Demand), il Dott. Davide Russo (Gruppo Unicredit). Di seguito brochure delle giornate di studio di Management con il programma completo.

Intervista al Dott. Francesco Melidoni partner di MOD – Management on Demand a la vita in diretta:

Le attività dei soggetti coinvolti nella composizione delle crisi d’impresa ed il ruolo del dottore commercialista “Sapienza” – Università di Roma – Facoltà di Economia Via del Castro Laurenziano, 9 – Sala delle lauree 6 Giugno 2012 – 15.30-19.00

Francesco MELIDONI partner di MOD – Management on Demand presenterà una relazione sulla strategia e l’esecuzione del Piano per il risanamento delle crisi d’impresa, all’interno del convegno organizzato dall’Università di Roma “La Sapienza” e l’Accademia dei Dottori Commercialisti di Roma programma seminario sulle crisi d’impresa ANDOC

I dati pubblicati nel mese di maggio 2012 dall’Osservatorio trimestrale sulla crisi d’impresa di Cerved Group relativi al I trimestre 2012 evidenziano le gravi difficoltà che sta attraversando il sistema industriale italiano. A tale proposito, va osservato che, nei primi tre mesi del 2012, sono stati dichiarati oltre tremila fallimenti con un aumento del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2011. Purtroppo, la crescita dei fallimenti mostra un incremento progressivo da ormai sedici trimestri a partire dall’aprile del 2008. Sempre nel I trimestre del 2012, anche le domande di concordato preventivo hanno subito un aumento del 4,3% rispetto al 2011.

Per fronteggiare uno scenario così complesso e articolato, le aziende devono acquisire nuove conoscenze e competenze nelle proprie risorse umane. E’ per tale motivazione che il Dipartimento di Management dell’Università di Roma “La Sapienza” ha ridefinito i contenuti della laurea magistrale in Business Management inserendo anche un corso sulla Ristrutturazione delle imprese. Lo scopo del corso è quello di dare ai manager del futuro una serie di strumenti e conoscenze per agire nelle aziende con competenze specifiche per affrontare la crisi. La sfida è, dunque, preparare i manager del futuro a saper riconoscere e dare il giusto peso, alle difficoltà delle aziende, prima che possano diventare croniche. All’interno di tale corso collaboreranno professionalità accademiche ed aziendali esperte nelle ristrutturazioni aziendali che metteranno a conoscenza comune le proprie esperienze.

Parallelamente alle iniziative legate alla didattica, il Dipartimento di Management dell’Università di Roma “La Sapienza” insieme alla PriceWaterhouse Coopers, all’Accademia del Dottori Commercialisti ed alla Società di consulenza Management on Demand ha organizzato una giornata di approfondimento sul ruolo dei player coinvolti nell’attività di ristrutturazione e delle funzioni esercitabili all’interno di tali contesti dai vari professionisti coinvolti. L’evento – accreditato presso l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Roma – si svolgerà il 6 giugno 2012, dalle ore 15 alle ore 19, presso la Sala delle lauree della Facoltà di Economia dell’Università di Roma “La Sapienza”. Parteciperanno professori universitari, magistrati, dottori commercialisti, manager e consulenti.

Il corso da diritto a 4 crediti formativi per i Dottori Commercialisti.

Intervista di Francesco MELIDONI a “La vita in diretta” di RAI 1.

Il Fondatore di CM&C – Crisis Management and Consulting è stato intervistato negli studi de “La vita in diretta” di RAI 1, da Marco Liorni. L’argomento è stato: crisi come uscirne e come ristrutturare le aziende. Particolare attenzione è stata posta all’uso degli ammortizzatori sociali.

Facoltà di Economia Giornate di studio su:

La crisi del sistema impresa. Le prospettive dei player coinvolti nelle attività di risanamento e di ristrutturazione.

VISUALIZZA brochure seminario

Le giornate di studio, all’interno dei corsi di Management tenuti dai Proff. Sergio Barile e Giuseppe Sancetta, hanno l’obiettivo di stimolare un confronto culturale sul tema della crisi d’impresa.

Si tratta di un fenomeno che, a causa delle caratteristiche assunte dallo scenario economico negli ultimi anni, ha manifestato significativa diffusione.

Ulteriore motivo d’interesse deriva dai cambiamenti introdotti nella normativa riguardante le crisi che ha offerto al management nuovi strumenti di soluzione delle stesse (artt. 67, 160 e 182 bis e ter L.F.) accanto a quelli più tradizionali.

La soluzione dei problemi associati alla manifestazione del fenomeno richiede l’intervento di una molteplicità di figure professionali con conoscenze e competenze variegate. Tuttavia, per ottimizzare i risultati degli interventi di tali soggetti, è fondamentale un coordinamento tra le numerose attività da essi svolte. Altrimenti, possono verificarsi situazioni di sub-ottimizzazione che non generano vantaggi apprezzabili per l’impresa in crisi. E’ necessario, quindi, sviluppare gli interventi in una logica sistemica nella quale le entità coinvolte nel processo di risanamento siano orientate al raggiungimento di una finalità comune.

Programma: 23/11/2011 ore 10 – 12 aula 10 Il risanamento d’impresa. Spunti di riflessione.

Interverranno:

Prof. Giuseppe Sancetta Professore di Management -«Sapienza» Università di Roma

Introduzione Dott. Michele D’amore

Direttore ManagerItaliaRoma I primi segnali della crisi

Dott. Francesco Melidoni Fondatore e Partner CM&C – Crisis Management & Consulting

Il manager nelle crisi d’impresa Dott. Fabrizio Capponi

Partner CBA Studio Legale e Tributario L’advisor finanziario ed i rapporti con gli intermediari bancari

Dott. Daniele Straventa Director Business Restructuring Services PricewaterhouseCoopers I piani industriali e finanziari nelle crisi d’impresa

Prof. Giuseppe Sancetta Professore di Management -«Sapienza» Università di Roma Il ruolo dell’attestatore del piano

Dott. Paolo Ragni Responsabile degli affari speciali BNL – Gruppo BNP Paribas L’esperienza della banca nelle azioni di risanamento aziendale e le prospettive degli interventi di ristrutturazione

30/11/2011 ore 10 – 12 aula 10 La ristrutturazione tramite il concordato preventivo. Analisi di casi aziendali.

Interverranno

Prof. Giuseppe Sancetta Professore di Management -«Sapienza» Università di Roma

Introduzione

Prof. Avv. Valerio di Gravio Socio e Responsabile Corporate & Litigation Studio Legale Grimaldi e Associati

La costruzione legale dell’operazione

Prof. Dott. Saverio Signori Fondatore e Partner Studio Signori

Il ruolo dell’advisor finanziario

Ing. Marco Vulpiani Partner Deloitte Financial Advisory Services

La valutazione dei rami d’azienda

Avv. Marcello Villa esponsabile Restructuring Centro Nord UniCredit

I parametri di valutazione della banca

GRANDE SUCCESSO PER IL PRIMO MOD – MANAGEMENT ON DEMAND GOLF CUP

Grande golf e grande pubblico hanno salutato il debutto di MOD – Management On Demand nel Golf. Oltre 200 giocatori si sono sfidati per vincere le prime tre categorie che danno diritto alla partecipazione alle finali nazionali della DIGA (Diplomatic International Golf Association). Tali finali si giocheranno nell’impegnativa distanza delle 36 buche, con formula medal, sui percorsi del Golf Club Toscana e Golf Club Punta Ala.

Tra i partecipanti al week end più glamour della capitale si segnalano S. E. Hakki Akil Ambasciatore di Turchia, Petri Tuomi-Nikula Ambasciatore della Finlandia, Zibì Boniek, Antonio Stocchi, presidente DIGA e naturalmente Francesco Melidoni, ideatore di MOD – Management on Demand.

I primi delle tre categorie che si sono aggiudicati le finali nazionali sono Vito Neri (prima categoria) D’Onofrio Matteo (seconda categroria) e Soppini Alberto (terza categoria).

MOD – Management On Demand, nasce dall’esigenza di aiutare operativamente le società in momenti delicati della propria esistenza quali la gestione della crisi economica e finanziaria, la riorganizzazione aziendale o la protezione dei propri crediti. MOD – Management On Demand, parla il linguaggio dell’impresa perché è fondata e gestita da manager aziendali, in grado di interagire immediatamente con le problematiche operative, senza l’onere di costi fissi di lungo periodo. Francesco Melidoni, ideatore di MOD – Management On Demand ha scelto DIGA (Diplomatic International Golf Association) ed il Golf per fare conoscere il proprio innovativo modo di essere, organizzando al Parco di Roma Golf & Country Club il torneo più glamour della capitale.

Da segnalare, infine, che i vincitori del MOD – Management On Demand Golf Cup parteciperanno alla finale nazionale del circuito della Diplomatic International Golf Association in programma sui percorsi del Golf Club Punta Ala e Golf Club Toscana. La finale si giocherà quindi sull’impegnativa distanza delle 36 buche sui due campi (18 buche il sabato e altre 18 la domenica) con formula medal a categoria unica.

RASSEGNA STAMPA:

http://www.cronacadiretta.it/dettnews.php?idx=22&pg=5590

http://www.culturalnews.it/dettaglio.asp?id=19959

http://taggatore.com/articolo/mod-management-on-demand-golf-cup-in-collaborazione-con-diga

Lascia un commento